Login



 

Seguici su Facebook


Progetti in Rete PDF Stampa E-mail

IntegrAzione

Il progetto "Integrazione" è un'iniziativa finanziata dalla Regione Sardegna attraverso i fondi POR 2007 - 2013, finalizzata alla creazione di opportunità di inclusione sociale attraverso la realizzazione di percorsi di inserimento sociale e lavorativo di persone soggette a misure penali; in particolare si rivolge a quei soggetti provenienti dal circuito penale e/o sottoposti a provvedimenti penali non detentivi di cui 3 minori in carico all'Ufficio dei Servizi Sociali per i Minorenni del Dipartimento di Giustizia Minorile e 4 adulti in carico all'Ufficio Esecuzione Penale Esterna del Ministero di Giustizia.

Il principale obiettivo consiste nel costruire ed implementare 7 progetti personalizzati di inclusione lavorativa della durata di 12 mesi, che si svolgeranno presso i cantieri del verde pubblico di Cagliari gestiti dalla cooperativa sociale Primavera 83 (tra gli altri il Parco del Colle di San Michele, il Parco di Monte Urpinu ed il Parco di Terramaini), al fine di consentire ai destinatari l'acquisizione di importanti competenze tecniche, sociali e professionali spendibili sul mercato del lavoro una volta concluso il progetto.

Infatti alla fine del percorso i soggetti destinatari dell'iniziativa, pur nelle unicità e particolarità che possono caratterizzare i singoli utenti, giungeranno a conoscere il nuovo contesto lavorativo, ad apprendere le regole lavorative di base e i primi rudimenti della professione di riferimento. Ampio spazio sarà inoltre dedicato alla progettazione personalizzata, alla formazione tecnica e trasversale (percorsi on the job).

Tali percorsi sono privi di qualsiasi accezione assistenzialistica e danno la possibilità alle persone selezionate di potersi sperimentare in contesti produttivi legali, che includano e valorizzino le proprie risorse psicosociali, e che incrementino competenze tecniche e relazionali nuove, a partire dall'unicità della storia di ogni individuo.

RETE CGM

Il Consorzio Gino Mattarelli (CGM) è la rete nazionale delle imprese cooperative sociali.
CGM è il consorzio (nazionale) dei consorzi (locali) nato nel 1987 per favorire la nascita di esperienze integrate (a rete) di cooperative sociali in Italia.
Il ruolo principale di Cgm è supportare l’azione delle reti locali sia attraverso la fornitura di servizi aziendali qualificati e avanzati, sia attraverso progetti nazionali ed europei di sviluppo a sostegno dei consorzi soci e delle iniziative di promozione di nuove reti locali.

 

SERVIZIO CIVILE

Solidarietà Consorzio coordina, per le cooperative socie e per alcune cooperative sociali aderenti al sistema Confcooperative, i progetti di Servizio Civile Nazionale. Fa capo a Confcooperative - Federsolidarietà, ente di prima classe, che opera su tutto il territorio nazionale attraverso le sue 2.522 sedi accreditate, impegnando nella gestione del servizio civile 1.665 persone tra cui operatori locali di progetto, responsabili locali di enti accreditato, tutor, formatori.

 

Al 1 Marzo 2014 sono oltre 100 i giovani che hanno scelto di svolgere la propria esperienza di Servizio Civile Nazionale all’interno delle nostre cooperative in ambiti diversificati: assistenza a minori, anziani e disabili, inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Il Consorzio Solidarietà si impegna ad elaborare progetti a rete capaci di leggere i bisogni del territorio e degli utenti. Puntiamo ad offrire ai giovani un’esperienza formativa valida umanamente e qualificante professionalmente, attraverso progetti pensati, elaborati ed attuati per offrire loro un’esperienza di maturazione e di crescita personale. Seguiamo inoltre la selezione dei volontari, la formazione, il tutoraggio, il monitoraggio dei progetti avvalendoci di personale formato ad hoc.

Crediamo debba essere un anno nel quale i giovani possano partecipare attivamente alla società, esprimere solidarietà verso altre persone, accrescere la loro dimensione umana e professionale.
Riteniamo che nella cooperazione sociale si declini al meglio la relazione tra Servizio Civile ed occupazione grazie alla possibilità di avere un primo e proficuo contatto con il mondo del lavoro attraverso l’impresa sociale.

Il Servizio Civile Nazionale nella cooperazione sociale vuole essere un ulteriore strumento di realizzazione dell’art. 1 della legge 381/91 costitutiva delle cooperative sociali: “perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini”.

EQUAL RASPUTIN

EQUAL è l’Iniziativa comunitaria, cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo per il periodo 2000-2006 che, nel quadro della Strategia Europea per l’Occupazione, ha mirato ad innovare gli approcci e le politiche finalizzati a contrastare il fenomeno della discriminazione e della disuguaglianza nel contesto del mercato del lavoro, ponendosi come laboratorio per sperimentazioni su base transnazionale.
La Partnership di Sviluppo geografico è una modalità operativa di Equal, caratterizzata da un raggruppamento di soggetti operanti in un determinato territorio per rispondere ad un problema di discriminazione nel mercato del lavoro, rilevato nel proprio ambito geografico.

 

Ra.s.p.u.t.in. (Rafforzare l’economia sociale per un territorio innnovato-innovativo) IT-G-SAR-051 è la partnership di sviluppo geografica, per l’area vasta di Cagliari, di cui Solidarietà è stata soggetto capofila.
Scopo dell’azione: puntare ad un crescente raccordo fra i diversi portatori di interessi sui temi dell’inclusione sociale delle fasce deboli di popolazione, attraverso un confronto sistematico fra enti locali, imprese sociali, soggetti singoli, che porti ad un’armonizzazione delle modalità di erogazione dei servizi sul territorio.

Tra i risultati dell’iniziativa Equal Rasputin l’affidamento, al Consorzio Solidarietà, di 2 importanti servizi:

  • da parte del Dipartimento di Giustizia Minorile, la gestione del servizio mensa del carcere minorile di Quartucciu, assegnato a una cooperativa sociale di tipo B;
  • da parte del Comune di Settimo San Pietro, la gestione integrata dei servizi di igiene ambientale, assegnata a due cooperative di tipo B che svolgono attività di inserimento lavorativo di sofferenti mentali e persone sottoposte a misure penali.

EQUAL FINANZA IN

“Finanza In: migliorare l´accesso al credito di imprese sociali e PMI”
Il progetto, realizzato tra il 2006 e il 2008 e finanziato dal Fondo Sociale Europeo nell’ambito dell’iniziativa comunitari Equal, è stato ideato e realizzato attraverso la collaborazione tra soggetti attivi in Lombardia, Emilia-Romagna e Sardegna. Nell’isola ha coinvolto il Consorzio Solidarietà e la società Ad Vertere srl.

 

Scopo del progetto: rendere più semplice ed efficace l’accesso al credito per le imprese sociali, le piccole e micro imprese e per tutti quei soggetti che intendono sperimentare forme di autoimpiego e microimpresa, tramite azioni concertate e condivise con gli istituti di credito e la Pubblica Amministrazione. Ciò assume particolare rilevanza in relazione ai nuovi scenari introdotti dall’entrata in vigore degli accordi di Basilea 2.
Alla rete hanno partecipato:

  • Istituti di credito, che permettono la diffusione della reciproca conoscenza tra “sistema credito”, mondo delle imprese e Terzo Settore. Intervengono nella sperimentazione di strumenti e prassi operative
  • Organizzazioni imprenditoriali e dell’imprenditoria sociale, beneficiari diretti delle azioni Università ed Enti di ricerca, che forniscono supporto e validano scientificamente i risultati delle attività, le metodologie e l’applicabilità delle proposte progettuali sul territorio nazionale
  • Sistemi Camerali provinciali, che rivestono un ruolo rilevante per la conoscenza delle problematiche delle imprese in relazione al credito e consentono la diffusione della conoscenza del progetto presso i destinatari e contribuiscono alla diffusione dei risultati
  • Istituzioni, che possono rendere concreta l’efficacia del progetto, adottando gli strumenti e gli indicatori sviluppati con il progetto.

Finanza In ha partecipato a due Accordi di Cooperazione Transnazionali (ACT) in partnership con altre realtà dell´Unione Europea:

  • SUNRISE, realizzato con altre 4 Partnership di Sviluppo operanti in Austria , Francia, Spagna e Italia
  • SEBOK - realizzato con la più importante Partnership di Sviluppo polacca operante nel campo dell´economia sociale

PROGETTO ALCOA

La mission del progetto, realizzato nell’anno 2005, è stata un azione di potenziamento dell’impresa sociale tramite il finanziamento di attività di formazione all’imprenditorialità in un ottica di lavoro di rete. Questi i partner del progetto:
Alcoa Trasformazioni, il più importante produttore mondiale di alluminio primario, che conta oltre 100.000 dipendenti circa e sedi operative in 38 Paesi tra cui, in Italia, Portoscuso, nella provincia di Carbonia–Iglesias.
Alcoa Foundation, costituita nel 1952, è una fondazione aziendale che dedica le proprie risorse economiche a migliorare la qualità della vita nelle comunità in cui Alcoa è presente.
Consorzio Solidarietà, col ruolo di coordinamento e supporto per le imprese sociali, incubatore d’impresa e costruttore di partnership con gli attori locali e trans-nazionali.
Comune di Portoscuso, che ospita lo stabilimento Alcoa, da tempo impegnato nella costruzione di reti tra i portatori di interesse del suo territorio.

 

Il progetto, finanziato da Alcoa Foundation come strumento per l’innalzamento dei livelli della qualità di vita della comunità di suo interesse, ha visto la realizzazione di un ciclo di seminari formativi con la presenza amministratori locali, docenti universitari, esperti nel campo sociale, economisti e imprenditori.
L’azione si è rivolta a tutti i portatori di interesse del territorio: rappresentanti della rete delle istituzioni, rappresentanti dell’economia sociale, aspiranti imprenditori.
Il confronto in aula tra i diversi punti di vista presenti, insieme alle testimonianze e alle lezioni teoriche, sono stati una preziosa occasione di crescita e consolidamento per la rete locale.
Il Consorzio, aderendo al suo naturale compito di agenzia strategica di sviluppo, ha fornito la sua esperienza di incubatore di impresa sociale e facilitatore nella costruzione di reti. Da questa esperienza e dalla collaborazione che tra tutti i soggetti coinvolti, rappresentanti dei tre settori della società civile (Istituzioni Pubbliche, Privato Sociale, Imprese for profit), è stata resa possibile la nascita di un nuovo Consorzio sociale operante nella provincia di riferimento (Carbonia Igliesias).